Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Domanda


La lamiera 15/10 di acciaio corten in quale classe di reazione al fuoco può essere classificata e dove si reperiscono le documentazioni a dimostrazione?

Risposta


L'acciaio non è un materiale combustibile pertanto ha classe di reazione al fuoco 0.

Il DECRETO MINISTERIALE 26 giugno 1984 “Classificazione di reazione al fuoco ed omologazione dei materiali ai fini della prevenzione incendi” (G.U. 25 agosto 1984, n. 234, suppl. ord.), all'articolo 2 paragrafo 2.2 viene fornita la seguente definizione:

2.2. Reazione al fuoco
Grado di partecipazione di un materiale combustibile al fuoco al quale è sottoposto. In relazione a ciò, i materiali sono assegnati alle classi 0, 1, 2, 3, 4, 5 con l'aumentare della loro partecipazione alla combustione; quelli di classe 0 sono non combustibili.
2.3. Omologazione di materiale ai fini della prevenzione incendi
Procedura tecnico-amministrativa con la quale viene provato il prototipo di materiale, certificata la sua classe di reazione al fuoco ed emesso da parte del Ministero dell'Interno il provvedimento di autorizzazione alla riproduzione del prototipo stesso prima dell’immissione del materiale sul mercato per l’utilizzazione nelle attività soggette alle norme di prevenzione incendi. 

Art. 3 (Metodi di prova)
I metodi di prova per la determinazione della classe di reazione al fuoco dei materiali sono i seguenti:
UNI ISO 1182 (dicembre 1995) - Prove al fuoco - Prodotti edilizi - Prove di non combustibilità;
 
Ai fini della prevenzione incendio è il fornitore che deve produrre tale documentazione.

In tal senso, oltre al DM su citato, ne sono stati pubblicati altri, tra i quali il D.M. 3 settembre 2001, che ha integrato e apportato delle modifiche, ed il D.M. 28 maggio 2002.

Ricordiamo, inoltre:
• il D.M. 14 gennaio 1985 “Attribuzione ad alcuni materiale della classe di reazione al fuoco 0 (zero) prevista dall’allegato A1.1 al decreto ministeriale 26 giugno 1984: “Classificazione di reazione al fuoco ed omologazione dei materiali ai fini della prevenzione incendi”;
• il D.M. 16 febbraio 2007 “Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione”;
• il D.M. 9 marzo 2007 “prestazioni di resistenza al fuoco delle costruzioni nelle attività soggette al controllo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco”.

Per ulteriori informazioni che possono riguardare l'applicazione specifica, si suggerisce di contattare il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

Dott.  Loris Bianco
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati