Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna


Domanda


Mi avvio ad iniziare la ristrutturazione di un rustico su 2 livelli, interamente in pietra, di forma rettangolare di misure 9,00 x 8,00 metri circa. Dovendo rifare interamente il solaio tra i piani, propendo per una realizzazione in putrelle da 16 cm, tavelloni, rete elettrosaldata e successiva gettata in c.a. di circa 6-7 cm. Il progettista mi consigliava invece un solaio interamente in legno, oltre che per l'aspetto, anche per non appesantire la struttura dell'edificio. Voi cosa consigliate? Preciso che l'edificio è in buone condizioni strutturali, le fondamenta verranno rinforzate, mentre la struttura portante del tetto sarà in legno lamellare.


Risposta


Non vi sono controindicazioni all’utilizzo di un solaio in profilati di acciaio in alternativa ad un solaio in travetti di legno. Le differenze di peso proprio della struttura, soprattutto riferite ad un unico impalcato, sono trascurabili rispetto agli altri carichi ed al peso della muratura in pietra.
Il vantaggio potrebbe essere un’altezza più contenuta della putrella in acciaio rispetto ad un travetto in legno.
Si fa notare che devono essere effettuate verifiche alle deformazione, poiché in entrambi i casi di acciaio e di legno, possono verificarsi frecce eccessive. Nel caso in oggetto la pianta di 9,00 x 8,00 m sarà probabilmente interrotta da un muro di spina centrale. Si consiglia di rendere collaboranti i travetti, sia nel caso di acciaio che nel caso di legno, tramite spinottatura con la cappa di calcestruzzo di completamento della struttura al fine di renderla collaborante.


Ing. Roberto Capra

 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati