Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Domanda 


Il problema riguarda il  punto 6.2.2 “Elementi che non richiedono armature a taglio” dell’EC2 ed in particolare il fatto che il Vrd,c che ho calcolato è minore del Vrd,c,lim.
Da un lato la verifica fra il taglio di progetto e il taglio resistente risulta soddisfatta, dall'altro il Vrd,c<Vrd,c,lim.
Siccome penso che questo limite sia riferito alla rottura del puntone, mi chiedo se la verifica fra il taglio di progetto e quello resistente può essere ancora considerata valida. 

 


Risposta


Non ho trovato nulla che rimandi il valore di Vrd,c,lim (eq 6.2b §6.2.2 EC2) alla verifica del puntone compresso. Non credo ci sia una correlazione certa tra tale meccanismo e la formula appena menzionata.
Riporto per chiarezza le parole dell’EC del §6.2.2 (elementi che non richiedono armatura a taglio):

“ Il valore di progetto della resistenza a taglio Vrd,c è data da:
Vrd,c=….eq 6.2a….
In ogni caso non minore di
Vrd,c=…eq6.2b….  (denominata da Lei Vrd,c,lim)  “

A mio avviso il valore da confrontare con il taglio agente “Vsd “ è il massimo valore scelto tra quello fornito dalla (eq6.2a) e quello della (6.2b) come indicato dalla dicitura “in ogni caso non minore di ”.
La dicitura  “in ogni caso non minore di  ” non intende introdurre una verifica da effettuare tra Vrd,c e Vrd,c,lim come da Lei indicato.
Riassumo quanto detto in termini matematici:
La richiesta di verifica dell’EC è che risulti:
Vsd<Vrd,c   (se Vrd,c>Vrd,c,lim)
Vsd<Vrd,c,lim   (se Vrd,c<Vrd,c,lim)

 

Si ringrazia per la collaborazione gli Ingg. Paolo Zorzoli e Alessio Fontana

 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati