Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Domanda


Devo connettere una tubazione esistente in vista, al piano interrato, per acqua fredda potabile in acciaio zincato ad una nuova in acciaio inox. Mi è stato consigliato da un tecnico di un ente pubblico di interporre un pezzo in ottone o bronzo "altrimenti i due acciai fanno una pila". Ma essendo l'ottone più nobile, non corrode gli altri due? Io metterei un pezzo di tubo in plastica come isolante o ha ragione il tecnico? 


Risposta


Si premette che in ambiente neutro o debolmente alcalino l’accoppiamento acciaio zincato, acciaio inossidabile, ottone funziona solo se:
1) l’acqua ha una discreta conducibilità;
2) è presente ossigeno nell’acqua.
La velocità di corrosione per accoppiamento galvanico è molto limitata in relazione alla conducibilità dell’acqua, al suo potere incrostante, alla sua salinità. Tipicamente riguarda soltanto pochi cm del materiale meno nobile al punto di contatto.
Tra tutti i materiali citati, l’acciaio zincato, se non si passiva, è quello che potrebbe soffrire l’attacco da corrosione. Il raccordo in ottone non risolve il problema perché è nobile tanto quanto l’acciaio inossidabile. Per cui il suggerimento non è corretto. L’impiego di un tubo di plastica è invece una soluzione corretta, in quanto, almeno localmente, isola i due metalli.

 

Per approfondimenti, si veda:
P. Pedeferri “Corrosione e protezione dei materiali metallici”, Polipress, 2007
www.delporto.it

 

Prof. Pietro Pedeferri – Prof. Marco Ormellese
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati