Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Decreto del Ministero dell’interno del 16.02.2007
“Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione”

 

Sul Suppl. Ord. alla G.U. n.74 del 29.3.2007 è stato pubblicato il decreto del Ministero dell'Interno, del 16.02.2007, recante «Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione».
Il D.M. si applica ai prodotti ed agli elementi costruttivi per i quali è prescritto il requisito di resistenza al fuoco ai fini della sicurezza in caso d’incendio delle opere in cui sono inseriti, ed indica i criteri secondo cui classificare la resistenza al fuoco degli stessi.
Le prestazioni possono essere determinate in base ai risultati di prove, di calcoli o di confronti con tabelle. Il decreto fornisce anche gli allegati che ne definiscono le modalità relative.
Per i prodotti muniti di marcatura CE la classe di resistenza, ove prevista, è riportata nelle informazioni che accompagnano la marcatura. Tutti i prodotti non ancora provvisti di tale marcatura e tutti gli elementi costruttivi per i quali è prescritta la classificazione di resistenza al fuoco, devono essere muniti di una certificazione redatta da un professionista abilitato in conformità al D.M. del 4 maggio 1998, che ne attesti la classe di resistenza al fuoco. Qualora la classificazione di resistenza al fuoco degli elementi costruttivi sia ottenuta attraverso la sola modalità di prova, tale certificazione garantisce che l'elemento costruttivo ricada all'interno del campo di diretta applicazione del risultato di prova. In caso contrario la classificazione di resistenza al fuoco deve fare riferimento ad una ulteriore documentazione resa disponibile dal produttore, in conformita' alle prescrizioni dell'allegato B.
All’art.5 il decreto fornisce le norme transitorie ed in particolare definisce che i rapporti di prova di resistenza al fuoco rilasciati ai sensi della circolare n.91 del 14 settembre 1961 sono da ritenersi validi ai fini della commercializzazione dei prodotti e degli elementi costuttivi nel rispetto di alcuni limiti temporali che dipendono dalla data di emissione.

 

Il decreto è corredato da quattro allegati:
Allegato A “Simboli e Classi”: i prodotti e gli elementi costruttivi sono classificati in base alle loro caratteristiche di resistenza al fuoco, secondo le classi indicate nelle tabelle dell’allegato A
Allegato B “Modalità per la classificazione in base ai risultati di prove”: le modalità per la classificazione di prodotti ed elementi costruttivi in base ai risultati di prove di resistenza al fuoco e di tenuta al fumo sono descritte nell’allegato B.
Allegato C “Modalità per la classificazione in base ai risultati di calcoli”: le modalità per la classificazione di prodotti ed elementi costruttivi in base ai risultati di calcoli sono descritte nell’allegato C.
Allegato D “Modalità per la classificazione in base a confronti con tabelle”: le modalità per la classificazione di elementi costruttivi in base a confronti con tabelle sono decritte nell’allegato D.
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati