Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Esposizione lavoratori ad agenti cancerogeni

 

Il Decreto del Ministero della Salute n.155 del 12 luglio 2007, in attuazione del comma 9 dell’art.70 del D.Lgs.626/1994,  individua modelli e modalità di tenuta del registro e delle cartelle sanitarie e di rischio in relazione all’esposizione dei lavoratori ad agenti cancerogeni.
Il regolamento si applica ai settori di attività pubblici e privati che rientrano nel campo di applicazione del D.Lgs.626/94.
Il registro è istituito dal datore di lavoro secondo il modello definito dall’allegato 1 al D.M. (scaricabile dal sito
http://gazzette.comune.jesi.an.it/ consultando la G.U. n.217 del 18.09.2007); il datore di lavoro invia in busta chiusa, siglata dal medico competente, la copia del registro all’Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (ISPELS) e all’organo di vigilanza competente per territorio entro 30 giorni dalla sua istituzione.
Le cartelle sanitarie e di rischio dovranno essere compilate in conformità al modello proposto nell’allegato 2 e devono essere conservate per 40 anni dalla cessazione del lavoro comportante l’esposizione ad agenti cancerogeni. Tali cartelle sono istituite dal medico competente che dovranno essere sottoscritte anche dal datore di lavoro.
I datori di lavoro e i medici competenti  adottano adeguate misure di sicurezza per il trattamento dei dati personali contenuti nel registro e nelle cartelle sanitarie.
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati