Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3736 del 30/1/2009
Interventi per la sicurezza delle dighe

 

Tratta dalla Newsletter del 05/03/2009 di Legislazione Tecnica

 

Con l'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3736 del 30.1.2009 sono definiti interventi urgenti per le grandi dighe, in particolare finalizzati alla messa in sicurezza delle grandi dighe fuori esercizio prive di concessionario e a promuovere il recupero della piena funzionalità delle stesse.

 

Con l’art.1 viene nominato un nuovo Commissario delegato “...al fine di disporre in termini di somma urgenza l'attuazione coordinata degli interventi finalizzati a fronteggiare le emergenze in atto connesse alla messa in sicurezza delle grandi dighe fuori esercizio prive di soggetto concessionario...” il quale può avvalersi, per l'esecuzione degli interventi programmati, di soggetti attuatori individuati sulla base di scelte fiduciarie
L’art.2 stabilisce che il Commissario delegato “...provvede, d'intesa con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Direzione generale per le dighe, le infrastrutture idriche ed elettriche e sentito il Consiglio superiore del lavori pubblici, alla ricognizione delle dighe con incompleta capacita' di invaso e con carente utilizzazione della risorsa idrica, nonche' alla definizione delle iniziative volte a rimuovere le cause ostative al completamento ed all'esercizio delle opere stesse.”  Il Commissario delegato, inoltre, ha il compito di effettuare anche una ricognizione dei serbatoi interrati, e di predisporre un elenco di interventi prioritari per la loro messa in sicurezza.
Per il raggiungimento degli obiettivi il Commissario delegato individua i gestori tenuti a fornire alla  Direzione i dati di livello di invaso, delle portate scaricate e derivate ed i dati idrometeorologici acquisiti presso le dighe. Al fine di promuovere la redazione dei piani di laminazione previsti dalla direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 febbraio 2004, gli studi presentati dai gestori per la determinazione delle massime portate transitabili a valle degli sbarramenti contenute nella fascia di pertinenza idraulica vengono fatti verificare dalla  Direzione generale per le dighe le infrastrutture idriche ed elettriche che effettua gli accertamenti e le analisi necessarie.
Il Commissario delegato verifica preventivamente l'impatto dei nuovi criteri di calcolo sismico di cui alle norme tecniche per la progettazione e costruzione e per la rivalutazione della sicurezza delle dighe gia' predisposte ed approvate dal Consiglio superiore dei lavori pubblici avvalendosi della Direzione generale per le dighe le infrastrutture idriche ed elettriche, degli Uffici tecnici per le dighe, dei centri di competenza di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'11 settembre 2007, n.4324, nonche' di strutture tecnico-scientifiche pubbliche o private.
Per l'attuazione degli interventi previsti per la messa in sicurezza delle grandi dighe fuori esercizio prive di concessionario, il Commissario delegato agisce in deroga alle disposizioni in materia elencate all'art. 6 di questa Ordinanza
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati