Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Pubblicata la norma UNI 9460 sulle coperture discontinue realizzate con tegole di laterizio o calcestruzzo

È stata pubblicata lo scorso luglio la nuova edizione della norma UNI 9460:2008 "Coperture discontinue - Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione e la manutenzione di coperture realizzate con tegole di laterizio o calcestruzzo".
La norma riporta i termini e le definizioni dei prodotti riguardanti le coperture e tratta i seguenti requisiti:

• comportamento agli agenti atmosferici (le coperture discontinue con tegole devono essere impermeabili agli agenti atmosferici e avere un'azione protettiva contro l'azione del vento, la sabbia o la neve);
• requisiti meccanici (si devono considerare i carichi da neve, ghiaccio o grandine, i carichi da vento, i carichi relativi al possibile accesso occasionale di persone);
• requisiti chimici e fisici (la resistenza alla temperatura, l'isolamento termico, le prestazioni acustiche e la resistenza al fuoco, la resistenza ai raggi UV, la compatibilità dei materiali, ...);
• durabilità e manutenzione.

La UNI 9460 riporta le istruzioni per la progettazione, che devono tenere conto delle zone climatiche e delle situazioni di esposizione locale, la necessaria documentazione di progetto, i materiali e i componenti utilizzati per ogni elemento o strato funzionale, fino a elencare nello specifico le varie caratteristiche delle tegole e coppi di laterizio e delle tegole di calcestruzzo.
Nella norma vengono trattati, oltre ai principali tipi di tegole, pezzi speciali ed accessori per la soluzione specifica di punti particolari (bordi perimetrali, displuvi, aeratori, tegole fermaneve, ...).
Le istruzioni, per la realizzazione dei vati elementi costruttivi, sono dotate di numerosi disegni ed immagini.
La norma fornisce, inoltre, chiarimenti sui controlli dell'esecuzione (che si suddividono in: controlli iniziali sui materiali; controlli in fase di posa; controlli finali a posa completata) e sugli interventi di manutenzione e sulle ispezioni periodiche.

Tratto dal sito UNI
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati