Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Prevalenza delle previsioni dei piani paesaggistici sugli atti di pianificazione ad incidenza territoriale

Con la Sentenza n. 180 del 30 maggio 2008, la Corte Costituzionale ha chiarito che le disposizioni dei Piani paesaggistici sono prevalenti sulle previsioni contenute negli atti di pianificazione ad incidenza territoriale, compresi quelli predisposti dagli Enti gestori delle aree naturali protette.
La Corte ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell'art. 12, comma 2, della legge della Regione Piemonte 19 febbraio 2007, n. 3 (Istituzione del Parco fluviale Gesso e Stura) in quanto esso disponeva che “il piano d’area è efficace anche per la tutela del paesaggio ai fini e per gli effetti di cui all’articolo 143 del D.Lgs. n. 42/2004 (…)”. Tale norma, violando l’art. 117, comma 2, lettera s) della Costituzione, non rispetta il principio della cogente prevalenza dei piani paesistici sulla pianificazione delle aree naturali protette.
L’art. 145, comma 3, del D. Lgs 42/2004 contempla il principio di “prevalenza dei piani paesaggistici” sugli altri strumenti urbanistici, precisando che “per quanto attiene alla tutela del paesaggio, le disposizioni dei piani paesaggistici sono comunque prevalenti sulle disposizioni contenute negli atti di pianificazione ad incidenza territoriale previsti dalle normative di settore, ivi compresi quelli degli enti gestori delle aree naturali protette”.
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati