Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

 

Domanda 


Nel caso di un appalto concorso a corpo e quindi con progettazione esecutiva a carico della ditta aggiudicataria, quando ci sono delle discordanze notevoli tra una lavorazione realmente eseguita e quella che era stata prevista nel progetto, la committenza come deve comportarsi per il pagamento del corrispettivo sia quando la differenza è in aumento e sia quando la differenza è in difetto?
E' inoltre possibile in questo caso imputare alla Ditta (che ha realizzato il progetto esecutivo) l'errore progettuale?


Risposta


In linea generale, potrà esserci anche un caso di errore progettuale, salva la verifica concreta delle modalità con cui questo è avvenuto, la sua incidenza, ecc.. Peraltro vi è anche una responsabilità di chi ha “accettato” il progetto per conto della stazione appaltante.
In questi casi, la teoria impone di dire che nei lavori a corpo occorre pagare quanto previsto in sede di progetto indipendentemente dalle discordanze, ma, nella prassi, se le discordanze sono talmente rilevanti da superare la normale diligenza o la normale alea va ricercato un accordo fra le parti.

 

 

Avv. Gianni Zgagliardich

 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati