Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

Sintesi tratta dalla rivista “Costruire” n. 272 gennaio 2006

La torre Turning Torso a Malmö

La torre Turning Torso, progettata dall’ingegnere spagnolo Santiago Calatrava, sorge nella Western Harbour a Malmö (Danimarca), è costituito da nove cubi che ruotano l’uno rispetto all’altro intorno ad una spina centrale portante per un’altezza di 190 metri.
Ogni cubo è composto da cinque piani, per un totale di 54 livelli (comprensivi di alcuni piani intermedi riservati ai servizi) destinati ad uffici, appartamenti e spazi collettivi.
Si tratta di un edificio dalla forma dinamica ed è stato testato nella camera del vento presso l’Università del Western Ontario in Canada.
La fondazione della struttura è formata da una platea armata da profilati in acciaio che raggiungono la profondità di 15 metri e attraversano uno strato di roccia calcarea. I profilati sono fissati tramite iniezioni di cemento. Su questa base è stata realizzata una piattaforma in cemento armato di 30 metri di diametro e 7 metri di spessore. Da qui si eleva la struttura portante, costituita da un cilindro in cemento armato, rastremato esternamente, con uno spessore di 2,5 metri alla base e 40 centimetri circa nella parte più alta, mentre internamente ha un diametro costante di 10,6 metri. La struttura portante principale, alla quale si agganciano a sbalzo le strutture orizzontali, contiene gli ascensori, i corpi scala e gli impianti tecnologici di servizio. La struttura è stata eretta per blocchi, partendo dal getto per la formazione del cilindro centrale e continuando con la realizzazione dell’impalcato. Le solette a sbalzo sono rinforzate con barre metalliche collaboranti con l’armatura in acciaio del corpo centrale. Ogni piano è ruotato di circa 1,6 gradi per creare la forma ritorta caratteristica. La facciata è costituita da circa 2800 pannelli curvi in alluminio. Questi pannelli sono stati progettati in modo specifico per ovviare ai problemi del montaggio e sono stati sottoposti ad una serie di test per studiarne la risposta alle sollecitazioni da vento, acqua e salsedine.
Parte delle sollecitazioni del corpo centrale sono assorbite da una colonna metallica, dalla forma sinuosa, che ruota su se stessa di 90 gradi. Essa risulta collegata tramite tiranti metallici, di cui 20 orizzontali e 18 diagonali (sistema “steel cigar”), al muro strutturale in corrispondenza degli ultimi due piani di ogni blocco.
Particolare attenzione è stata rivolta alla sicurezza antincendio: l’edificio è dotato di un sistema sprinkler e in caso di malfunzionamento la torre è stata suddivisa in comparti che impediscono il veloce propagarsi del fuoco. Uno dei cinque ascensori ad alta velocità risulta testato per il funzionamento in caso di emergenza, essendo dotato di una propria centrale di alimentazione e di un sistema di aerazione.

Si consiglia di consultare l’articolo “Una vite nel cielo” di Aurelia Barone pubblicato a pag. 114 sulla rivista “Costruire” n. 272 gennaio 2006 per una lettura maggiormente esaustiva.


Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati