Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

I Poliedri di Pietro Pedeferri A Campus Point … 
Dall’11 al 23 dicembre le titaniocromie di Pedeferri “colorano” Campus Point

Politecnico di Milano - Polo Regionale di Lecco
Via Ghislanzoni 24 – Lecco


L’appuntamento natalizio con la rassegna di mostre A Campus Point …, a cura di Francesca Brambilla, ospiterà una personale di Pietro Pedeferri, docente del Politecnico di Milano dove è ordinario di Corrosione e Protezione dei Materiali presso la Facoltà di Ingegneria dei Processi Industriali. 

L’avventura scientifico-artistica di Pedeferri, la Titaniocromia, riguarda l'elettrochimica ad uso delle arti e lo studio delle cosiddette "apparenze elettrochimiche”. Egli colora il titanio ossidandolo, affiancando l’aspetto tecnologico su come nascono i colori sulla lastra di metallo a quello artistico, riguardante l'incantevole gioco di  riflessi, luci e interferenze cromatiche. I colori nascono dall’interazione di raggi luminosi con film sottilissimi di ossidi, in una danza tra raggi rifratti e raggi riflessi.

L’inaugurazione, prevista per l’11 dicembre alle ore 19.00, si svolgerà nella sala d’ingresso di Campus Point, centro di ricerca del Politecnico di Milano in via Ghislanzoni 24 – Lecco, luogo intimo dalle dimensioni inusuali, le cui pareti di vetro, metafora di accessibilità, invitano a vivere lo spazio espositivo in modo diretto e accogliente.

Campus Point si apre alla città, la accoglie e la invita a condividere stimoli culturali e occasioni di incontro e conoscenza in un luogo fuori dalle solite coordinate. L’occasione questa volta è l’esposizione delle titaniocromie di Pietro Pedeferri, un lavoro scientifico e artistico che dura ormai da oltre quattro decenni.

Nelle opere in esposizione, la titaniocromia si incontra con le figure dei solidi platonici, che il filosofo greco associò nel Timeo ciascuno a un elemento: al tetraedro il fuoco, al cubo la terra, all'ottaedro l'aria, all'icosaedro l'acqua, mentre ritenne che il dodecaedro fosse la forma dell'universo. L'idea di Platone era che i solidi regolari facessero da tramite sul piano gnoseologico tra i disordinati fenomeni naturali e la perfezione del mondo iperuranio, poiché essi possiedono la forma pura del cristallo, la musica dei numeri, il bisogno di esattezza e la curiosità incolmabile per le cose mirabili che stanno sopra e sotto le stelle.


INAUGURAZIONE: 11 dicembre ore 19.00

Luogo:                 Campus Point
                            Politecnico di Milano - Polo Regionale di Lecco
                            Via Ghislanzoni 24 – Lecco

Apertura:             dall’11 dicembre al 23 dicembre
                            da lunedì a venerdì – dalle ore 13.00 alle ore 19.00
                            la mattina da lunedì a venerdì su prenotazione – Tel. 0341.488707

Sponsor dell’iniziativa: Electro Adda Group SpA


Pietro Pedeferri, nato a Delebio in provincia di Sondrio nel 1938, è ordinario di “Corrosione e protezione dei materiali” presso la Facoltà di ingegneria dei processi industriali del Politecnico di Milano.
Il suo lavoro di ricerca ha riguardato soprattutto la corrosione e la protezione dei materiali metallici e i loro trattamenti superficiali: tra questi in particolare, la colorazione del titanio. 
Autore di oltre 400 lavori scientifici e di 25 libri, nel 2000 scrive “Titaniocromia (e altre cose)” coniugando sapere scientifico e passione artistica.  Nel 1989 ha vinto a Parigi il premio Science pour l'art. Nel 1996 le sue opere sono state inserite nel programma delle esposizioni della Fondazione 'Corrente' di Milano. Nel 2005 ha realizzato per l’aula magna e per l’atrio centrale del Politecnico una serie di opere di titanio. E’ membro effettivo dell’Istituto Lombardo: Accademia Scienze e Lettere.
Ha scritto Bruno Munari: “Non litografia, nè xilografia, ma ossidazione anodica (del titanio), la tecnica che utilizza Pietro Pedeferri. Il tipo di tecnica non ha importanza. Quello che conta  il gioco,  il piacere di usare correttamente un mezzo per comunicare qualcosa. E il piacere di fare si ritrova poi nell’oggetto della comunicazione”.




Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati