Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   


Ritorna

Nuovi chiarimenti dell'Authority in ordine al sistema di qualificazione, al divieto di subappalto e all'appalto integrato di cui alla determinazione n. 27/2002 (Autorità per la vigilanza sui ll.pp., determinazione n. 31/2002 del 18 dicembre 2002)

Nonostante i rilievi mossi dai costruttori, l'Autorità di vigilanza conferma le precedenti interpretazioni sulle novità introdotte dalla legge n. 166/2002 in ordine a tre aspetti che riguardano da vicino la vita delle imprese. In particolare:
Attestati SOA. L'estensione a cinque anni della validità dei certificati SOA, prevista dalla legge n. 166/2002, è inapplicabile prima dell'entrata in vigore delle modifiche al D.P.R. n. 34/2000 (il c.d. "decreto Bargone") contenute nel mini regolamento stralcio messo a punto dal vice ministro U. Martinat; ciò in quanto le verifiche triennali e la validità quinquennale costiuiscono un "unicum inscindibile", e le più remote attestazioni hanno ancora un residuo di validità pari a circa 15 mesi.
Subappalto. Il divieto di subappalto riguarda non solo i lavori ad alto contenuto tecnologico (art. 72, co. 4, del D.P.R. n. 544/99), ma anche le opere generali, previste nei bandi di gara come diverse dalla categoria prevalente e di importo singolarmente superiore al 15% del valore totale dell'apppalto. La conseguenza è che se l'impresa aggiudicataria è sprovvista di specifica qualificazione deve costituire un'Ati con chi è in grado di eseguire i lavori.
Appalto integrato. Non basta la qualificazione di esecuzione e di progettazione. Per partecipare ad un appalto integrato le imprese devono associarsi a progettisti o indicare i loro nomi in sede di presentazione dell'offerta. Oppure dimostrare "il possesso dei requisiti previsti dal bando, attraverso l'attività di progettazione svolta dal proprio organico". Sempre che l'importo della progettazione esecutiva sia superiore a 100mila Euro.
 

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati