Nuovo utente
Password dimenticata?

  Servizi Tecnici   
  Area abbonamento   
  Software Edilizia   
  Editoria tecnica   
  News   
  Applicazioni Strutturali   
  Appalti e Sicurezza   
  Quesiti tecnici   
  Bioedilizia   
  Links siti utili   
  Privacy Policy   

Appalti lavori pubblici e privati
Buildup dal settembre 2007 pur mantenendo l’archivio di risposte fornito dal 2001, non erogherà più il servizio di risposte personalizzate nell’ambito del settore “Appalti”, in quanto portale che si sta specializzando soprattutto nella parte prettamente tecnica
Documenti presenti : 48

Un perito industriale con specializzazione in elettronica e telecomunicazioni abilitato dipendente a tempo indeterminato da 3 anni in un ente pubblico economico operante nel settore dell'edilizia può assumere l'incarico di direttore dei lavori per la manutenzione degli impianti elettrici e termoidraulici o per l'adeguamento degli stessi in civili abitazioni. Preciso che l'appalto è della durata di 1 anno e l'importo è di €150.000 Mercoledì 28/07/2004
lavoro pubblico in sé ma da quanto è previsto nelle singole abilitazioni in relazione al titolo di studio posseduto (ingegnere, architetto, perito, ecc.)....
In qualità di r.u.p.di un appalto rescisso in danno a un'impresa devo esaminare il conto finale del D.L.In tale documento, il D.L. riporta oltre alle deduzioni degli acconti versati e delle penali in corso d'opera, anche i vizi e le difformità d'opera riscontrati in sede di redazione dello stato di consistenza dei lavori e del cantiere. I Vizi e le difformità sono stati già contestati ai sensi dell'art. 1167 C.C. A seguito della risoluzione contrattule emergono anche dei danni (uno fra tutti è quello dell'art.121 comma 2 DPR 554/99. la domanda è la seguente: i danni, i vizi, gli oneri e quant'altro abbia a che fare con la rescissione del contratto va riportato tra le deduzioni dell'Appaltatore, oppure bisogna farne solo menzione nella relazione del conto finale? Mercoledì 28/07/2004
Vizi, danni, oneri, ecc. correlati alla rescissione del contratto vanno riportati tra le deduzioni all’appaltatore in quanto sono espressione della rescissione in danno che, a propria volta, è espressione del potere autoritativo della p.a.....
Vorrei sapere se un ente pubblico che bandisce un pubblico incanto ai sensi della 109/94 art.21. c.1 lett."b" può rifiutarsi di rilasciare copia del computo metrico estimativo ( elaborato di gara) alle ditte richiedenti, ma lasciarlo solo in visione. In generale vorrei sapere se esiste un compendio da poter consultare per conoscere i doveri che hanno le pubbliche amministrazione nel predisporre e gestire i bandi di gara, ed infine a quale istituzione rivolgersi qualora si rilevi qualche anomalia senza dove ricorrere ad avvocati e soprattutto affinchè vengano fatte rispettare, in tempo reale, le disposizioni non ottemperate. Mercoledì 28/07/2004
L’ipotesi è ulteriormente disciplinata all’art. 90, DPR 554/1999 e se il computo metrico è vero e proprio “elaborato di gara” dove essere rilasciato in copia ed anche “acquisito” come espressamente stabilito al 5° comma del citato art. 90....
Appalto pubblico conduzione impianto riscaldamento rientra norma legge quadro n 554 21 12 19? Mercoledì 28/07/2004
L’appalto pubblico di conduzione dell’impianto di riscaldamento può rientrare, più compiutamente, nell’appalto di servizi a meno che tale conduzione non presupponga l’esecuzione di “lavori” che, per valore, assumano valore preponderante rispetto al servizio (almeno sino a quando non verrà modificato l’art. 2, 2° c....
Vorrei sapere qual è la responsabilità dei produttori di calcestruzzo preconfezionato che forniscono un cantiere, per quanto riguarda la bontà del prodotto, il rapporto con il committente e con i cosiddetti "padroncini"? Martedì 27/07/2004
Il produttore di calcestruzzo preconfezionato risponde direttamente al soggetto che ordina il calcestruzzo e che può essere o l’appaltatore o il subappaltatore....
Fatture e subappalto Martedì 27/07/2004
FATTURE: L’art. 161, DPR 554/1999 ripete sostanzialmente le disposizioni dell’art. 49, RD 350/1895 prevedendo che le lavorazioni o somministrazioni che, per loro natura, si giustificano con fattura, siano preventivamente accertate dalla D.L. al fine di accertare la loro corrispondenza ai preventivi accettati ed allo stato di fatto. Pertanto, esiste perfetta analogia con i precedenti riferimenti normativi....
Nell'ambito di un appalto pubblico cat. os18 è possibile richiedere subappalto ad una ditta di nazionalità Bosniaca? Quale documentazione deve essere presentata in alternativa alla SOA? Se il subappalto è possibile fino a quale importo? Mercoledì 03/12/2003
Anche se non è frequente, sono stati autorizzati subappalti a ditte croate (e, quindi, le bosniache sono da ritenersi sostanzialmente identiche).....
Gradirei conoscere se esiste una normativa che regoli le attività preventive di bonifica da ordigni bellici in caso di opere pubbliche e quali limiti operativi preveda. Mercoledì 03/12/2003
Non esiste una normativa che regoli espressamente le attività preventive di bonifica da ordigni bellici, ma dalla previsione.....
Quali prezzi applicare ad un subappaltatore per lavori non contemplati dal contratto di subappalto se sullo stesso contratto di subappalto non è chiarito questo punto, non esiste una offerta nè una conferma d'ordine? Mercoledì 03/12/2003
In tal caso va applicato l’art. 1657 del codice civile: se le parti non hanno stabilito la misura del corrispettivo.....
Si chiede quali siano gli adempimenti operativi a cui sono soggetti il Responsabile Unico del Procedimento, il Direttore Lavori ed il Coordinatore alla sicurezza in fase di esecuzione, anche in seguito all'entrata in vigore della L. 166/02,..... Mercoledì 03/12/2003
Nel caso in cui l’Impresa aggiudicataria affidi, in corso di lavori, una serie di contratti senza chiedere l’autorizzazione prevista.....
In un appalto pubblico per la realizzazione di un impianto di pubblica illuminazione, se il concorrente non ha indicato in fase di offerta niente in merito di subappalto/cottimo, può una volta aggiudicatario della gara subappaltare o concedere in cottimo alcune lavorazioni (quali ed in quale misura?) Vorrei avere inoltre i riferimenti normativi relativi all’argomento in oggetto. Martedì 07/10/2003
L'art. 18, 3° co., L. 55/90, come modificata ed integrata, prevede che uno dei requisiti essenziali per poter subappaltare o affidare a cottimo una parte di lavoro pubblico.....
Facendo seguito alla L.166/02 vorrei porre il seguente quesito: Appalto €.1.200.000, è corretto inviare soltanto la comunicazione art.18 comma 12 della legge per la fornitura e posa in opera di infissi esterni (contratto €.55.000) e non la richiesta di autorizzazione al subappalto essendo la stessa categoria(OS6) configurabile alle declaratorie dell'allegato A del DPR 34/2000? Giovedì 28/08/2003
La differenza fra appalto (o subappalto) e fornitura con posa in opera richiede un’operazione preliminare che non è precisata nel 12° comma dell’art. 18, L. 55/1990, c.m.i. e la cui mancanza confonde non poco gli operatori.
Pagina 3 di 4
12 3 4

Copyright © 2001,2006 - Fin.Fer. S.p.A. - P.I. 00490250305 - Tutti i diritti sono riservati